Agriturismo: tax credit per la ristrutturazione

Il Mipaaft ha dato il via libera alla compilazione delle domande per richiedere il credito d’imposta per la ristrutturazione di alberghi e agriturismi relative alle spese e agli investimenti effettuati nel 2018.

Il credito d’imposta per la ristrutturazione, inizialmente previsto solo per le attività alberghiere, è stato esteso anche per le attività agrituristiche, prevedendo il riconoscimento di un credito d’imposta per 65% delle spese sostenute per la ristrutturazione degli immobili.

Per accedere al beneficio le aziende agrituristiche devono essere esistenti alla data del 1° gennaio 2012.

Le spese ammesse riguardano gli investimenti effettuati nel corso del 2018 per:

  • Interventi di manutenzione straordinaria;
  • Interventi di restauro e risanamento conservativo;
  • Interventi di ristrutturazione edilizia;
  • Interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
  • Interventi di incremento dell’efficienza energetica;
  • Interventi relativi all’adozione di misure antisismiche;
  • Acquisto di mobili e complementi d’arredo destinati esclusivamente alle strutture ricettive.

L’incentivo, soggetto a de minimis, non è cumulabile con altre agevolazioni.

Le domande per ottenere l’agevolazione vanno trasmesse in via telematica tramite l’apposito portale del Ministero. È possibile compilare la domanda entro e non oltre le ore 19 del 21 marzo 2019. Una volta compilata la domanda, questa dovrà essere inviata tramite procedura “click day” a partire dalle ore 10 del 3 aprile 2019.

Per maggiori info è possibile rivolgersi agli uffici di Confagricoltura.