Al via i bandi di risarcimento per aziende e privati danneggiati dalla Tempesta Vaia

La Regione Veneto ha approvato una serie di bandi per contributi a imprese e privati che hanno subito danni durante l’eccezionale ondata di maltempo dello scorso ottobre (“Tempesta VAIA”).
I cinque bandi sono suddivisi per settore: “agricolo” e forestale; “acquacoltura e pesca”, imprese del “settore foreste”; imprese di “settori diversi da quelli agricolo, forestale, dell’acquacoltura e pesca”; “privati”.

Per quanto concerne il settore agricolo, il bando finanzia gli interventi di ricostruzione e ripristino strutturale e funzionale degli immobili e il ripristino recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti danneggiati o distrutti a seguito dell’evento calamitoso come di seguito evidenziato:

  1. ricostruzione nel medesimo sito o delocalizzazione in altro sito e ripristino strutturale riferito a:
    • fabbricati e strutture per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione della produzione agricola;
    • fabbricati per il ricovero di macchine ed attrezzature;
    • fabbricati per il ricovero di animali;
    • serre fisse (soggette ad autorizzazione a costruire);
  2. ripristino recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti danneggiati o distrutti a seguito dell’evento calamitoso:
    • impianti di fabbricati e strutture per la produzione, lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione della produzione agricola;
    • impianti di fabbricati per il ricovero di macchine ed attrezzature ed animali;
    • impianti arborei, frutteti, vigneti e oliveti;
    • impianti elettrici, idraulici;
    • impianti agricoli produttivi e installazioni fisse in genere;
    • impianti protettivi delle colture, serre non soggette ad autorizzazione a costruire);
    • impianti di serre fisse e mobili;
    • opere per contenimento movimenti franosi, ripristino strade poderali e canali di scolo;
    • opere fondiarie (sistemazioni idrauliche agrarie compreso drenaggio) ed irrigue;
  3. ripristino o alla sostituzione dei macchinari e delle attrezzature, danneggiate o distrutte a seguito dell’evento calamitoso, nonché di quelli relativi all’acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti danneggiati o distrutti e non più utilizzabili.

I finanziamenti sono concessi nel limite massimo di euro 450.000,00, per ciascuna domanda, per una percentuale di finanziamento del 100% della spesa ammissibile con soglie di spesa diverse a seconda del tipo di intervento.

Per quanto concerne il settore forestale, il bando finanzia gli interventi per il ripristino e alla ricostituzione dei soprassuoli boschivi danneggiati o il ripristino della viabilità esistente agro-silvo-pastorale distrutta o danneggiata.

Le domande per l’accesso ai contributi dovranno essere presentate entro il 10 luglio 2019.

Per maggiori informazioni, contattare la sede Confagricoltura.

Scarica il bando per il settore agricolo

Scarica il bando per il settore forestale